Le cadute

Ciao,
la caduta della mano è un elemento tecnico. Per eseguire le cadute devi avere il braccio rilassato. Il rilassamento è alla base della tecnica pianistica.
Si esegue sollevando dolcemente il polso in senso verticale, non obliquo, poi lo si lascia cadere a “peso morto” si ottiene così un suono con la sola forza di gravità.
La caduta è costituita da tre momenti:
1) Il sollevamento del polso in senso verticale con le dita della
mano che pendono verso i tasti.
2) Caduta. Si lascia cadere il polso con il braccio rilassato lasciandosi andare alla forza di gravità.
3) Contatto delle dita sui tasti.
Con il contatto c’è un leggero irrigidimento che non deve
durare molto.
Devi abbassare leggermente il polso un poco sotto il livello
della tastiera così da ammortizzare l’impatto con la tastiera stessa.

– Esercitati prima senza cadere a peso morto, ma solo eseguendo il movimento del polso in su e in giù lentamente.
– Lascia cadere la mano a peso morto senza scegliere un tasto preciso e senza scegliere un dito preciso.
– Scegli un tasto e dito precisi.

– Solleva il polso in senso verticale, lascia cadere il polso e con il dito medio abbassa il             tasto mi
– Con il pollice abbassa il tasto do con meno forza, solleva il polso, lascia il tasto senza             muovere il pollice

 

 

 

http://amzn.to/2fFpJQo

A presto!
Gabriella

Questa voce è stata pubblicata in Teoria musicale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.